QUALCUNO NON HA CAPITO CHE SIAMO IN DEMOCRAZIA

ottobre 5th, 2018 by NOELLE_CF Senza categoria
Condividi questo articolo

Ieri pomeriggio, in un delirio generale che probabilmente continuerà anche oggi, gli esponenti del PD, con l’ordine di scuderia della dirigenza di spostare in corsa il tiro dei comunicati stampa su una squadra di immigrati del posto (che noi non abbiamo mai nominato in questi giorni di assemblee e raccolte firme), hanno implorato la questura di annullare il corteo autorizzato di domani mattina a Pietralata.
Dopo aver rovinato Roma e l’Italia ancora parlono e si ritrovano addirittura costretti ad allearsi con i centri sociali, l’Anpi, le parrocchie, l’Arci e antifascisti vari ed eventuali. Vogliono l’annullamento del corteo per la possibilità di scontri e tensioni, quando sanno benissimo che sono i loro scagnozzi dei centri sociali a far casino, devastando vetrine e macchine e imbrattando i muri, in assembramenti non autorizzati con bandiere che hanno per manico dei bastoni. A differenza di CasaPound Italia (promotrice del corteo) che, in tutte le manifestazioni che ha fatto, non ha mai cercato lo scontro fisico e non ha mai creato problemi di ordine pubblico, come hanno più volte riferito note del Viminale.
Fatevene una ragione. Siamo in democrazia e tante persone non la pensano giustamente come voi.
E domani avranno tutto il diritto di stare dalla parte di chi difende prima gli italiani!
Domani la gente di Pietralata è pronta alla mobilitazione di piazza e, a prescindere da tutto, si ritroverà alle 10.30 alla fermata della metro.
Queste isterie e nervosismi della sinistra, parlamentare ed estrema, sono solo la prova di una parte politica che ha perso il contatto con il territorio e si ritrova, in nome della sua ideologia, a difendere addirittura rom e clandestini a discapito dei cittadini italiani.

C12C13

Leave a Reply

v